Discorso di Giorgio Antonucci per il “Premio Giorgio Antonnucci”



GIORGIO ANTONUCCI: “…Quando studiavo all’università avevo già notato che succedeva spesso, da parte dei medici, che le persone che erano sotto le loro cure non venivano trattate come appunto delle persone che hanno bisogno di consigli e di indicazioni per migliorare la loro salute, ma come delle cavie su cui fare esperimenti o come degli oggetti su cui lavorare..” “..La psichiatria che si fonda su concetti falsi pretende di costringere le persone a seguire i suoi trattamenti. E’ per questo che ho lavorato per tanti anni nell’istituzione, per eliminare ogni tipo di costrizione…” “..Il primo punto della violazione dei diritti umani è non rispettare la libertà degli altri, specie poi non rispettare la libertà degli altri sulla propria salute”



perchè una persona che sente minacciata la propria salute è particolamente vulnerabile e si sottopone a qualunque cosa e l’approfittarsene è una cosa assolutamente inaccettabile…” “…E’ inaccettabile che un medico pensi di dover imoporre il prorpio punto di vista invece che essere al servizio del cittadino per migliorare la sua salute”.

Il discorso completo del dottor Giorgio Antonucci:
http://www.youtube.com/watch?v=HIHPouuLb-w

Pubblicato il: 14 dicembre, 2008
Categoria: Eventi, Notizie, Testi, Video

Centro di Relazioni Umane (Bologna) — Maria Rosaria d’Oronzo