Archive for marzo, 2010

Pseudoscienza religione e cartomanti.- Lucia Maria Catena Amato


Nel corso della nostra esistenza è naturale vivere dei periodi difficili, proprio neri, di quelli che ci rimettono in gioco nel nostro più profondo, nelle nostre radicali concezioni dell’essere, e che alla fine non sappiamo neppure se riusciremo a sopravvivere e se ce la faremo non conosciamo in quali terribili condizioni.
Ed allora? Che fare? Ecco che qualche amico mago, propone il “rito di liberazione”, un lavoro di “cento giorni” su una foto. Costo: a partire dai due mila euro. Toglie la negatività che ci sta portando alla fossa. Il male avanza. Ed allora l’operatore dell’occulto è prontissimo a fare un ottimo lavoro per la nostra salvezza.
Molti che sono vissuti all’interno della Religione Cattolica, si pentono dei propri peccati, e si comunicano, mentre il mago sentenzia, con un secco: “Dio si fa il suo lavoro ed io mi faccio il mio!”, che non lascia alcun margine di replica. E lo psichiatra? Propone la sua soluzione. Anche lui non ha bisogno di interventi dall’alto. Si fa il suo lavoro di medico.
Ma per qualcuno questo dio non è poi così inutile: il parroco del paese si allarma a sentire parlare di “rito pagano”. Per lui queste pratiche sono opera del male per distruggere l’uomo. Propone la frequentazione assidua della pratiche religiose.
Ma altri, me compresa, nella Chiesa Cattolica hanno trovato solo ipocrisia, e nessuna umanità, che ha aggiunto tanta sofferenza nella nostra vita; un’altra esperienza assolutamente negativa e distruttiva, che non si intende certo ripetere, al pari di quella dallo psichiatra, che può arrecare distruzione fisica e mentale.
Ed allora che fare? Dove andare?
Qualche giorno fa ho letto uno scritto pubblicato su internet: Psichiatria e religione. Nuovi orizzonti dell’omologazione di Andrea Franzoni.
Vi trovo in esso una grande analisi, che pienamente condivido e che accumuna tra di loro religione e psichiatria. Entrambe, mirerebbero all’omologazione e quindi al controllo sociale. Credo comunque che la questione vada approfondita. A mio avviso occorre scendere più a fondo, con concretezza ed esempi pratici. Ed allora le similitudini non mancano.

Leggi l’articolo completo »

Pubblicato il 24 marzo, 2010
Categoria: Testi

Centro di Relazioni Umane (Bologna) — Maria Rosaria d’Oronzo