Il Pregiudizio Psichiatrico – di Giorgio Antonucci – ed. Katakrak – Spagna

Finalmente, il libro “Il pregiudizio psichiatrico”, Giorgio Antonucci del 1989 edizione Eleùthera, è stato tradotto da Massimo Paolini in spagnolo.

In occasione di questa nuova uscita editoriale, è stato tradotto in spagnolo il docufilm “Se mi ascolti e mi credi” regia di Alberto Cavallini e sceneggiatura di Laura Mileto






Nosotros creemos, a diferencia de la mayoría de nuestros colegas –y de muchos profanos– que los llamados pacientes psiquiátricos son, como nosotros, personas en todos los aspectos. Pueden, como cualquiera de nosotros, ser juzgados excéntricos, preocupados, molestos, honestos o deshonestos. Y de muchas otras maneras que forman parte de la condición humana. No existe ninguna misteriosa “enfermedad mental” que convierta misteriosamente al llamado paciente en algo menos que un hombre, necesitado de la intervención supuestamente humana del psiquiatra para devolverle la humanidad. Al contrario, “eso” es algo contra lo que debe luchar con fuerza el llamado paciente (y con él otras personas de su ambiente social). Su éxito en la lucha dependerá en parte de él y en parte de nosotros, de cómo lo animamos o lo desanimamos, le permitimos o impedimos actuar».

“Crediamo, a differenza della maggior parte dei nostri colleghi – e di molti profani – che i cosiddetti pazienti psichiatrici siano, come noi, persone in tutti gli aspetti. Possono, come chiunque di noi, essere giudicati eccentrici, preoccupati, sconvolti, onesti o disonesti. E in molti altri modi che fanno parte della condizione umana. Non esiste una misteriosa “malattia mentale” che trasforma misteriosamente la chiamata del paziente in qualcosa di meno di un uomo, bisognoso dell’intervento apparentemente umano dello psichiatra per ripristinare l’umanità. Al contrario, “quello” è qualcosa che il cosiddetto paziente deve combattere con forza (e con esso altre persone dal suo ambiente sociale). Il tuo successo nel combattimento dipenderà in parte da lui e in parte da noi, dal modo in cui lo incoraggiamo o lo scoraggiamo, permettendogli o impedendogli di agire “.


https://katakrak.net/cas/editorial/libro/el-prejuicio-psiqui-trico?fbclid=IwAR1HYoJ5eJjceym1poX4_OT1QNrPiBdE6ya8YWWuVkdcqM5pACCq2xNU36Q

Pubblicato il: 15 novembre, 2018
Categoria: Notizie

Centro di Relazioni Umane (Bologna) — Maria Rosaria d’Oronzo